Formazioni Artistiche

 

laVerdi comprende sei formazioni artistiche, sia orchestrali che corali, apprezzate in Italia e all’estero

  • Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi 

    Nata nel 1993 grazie al grande direttore russo Vladimir Delman e Luigi Corbani, negli oltre vent’anni di attività si è imposta come una delle realtà sinfoniche più prestigiose sia a livello nazionale che a livello internazionale, abbracciando un repertorio di grande vastità che dal '700 giunge fino alle grandi partiture musicali contemporanee.

    Organico

     
  • Coro sinfonico di Milano Giuseppe Verdi

    Fondato nel 1998 sotto la direzione musicale di Romano Gandolfi, è oggi guidato da Erina Gambarini. Apprezzato e richiesto anche da altre importanti formazioni sinfoniche nazionali e internazionali il Coro Sinfonico è composto da circa 100 elementi in grado di affrontare il repertorio lirico-sinfonico, cameristico e polifonico, spaziando dal Barocco al XXI secolo.

    Organico

     
  • Il Coro di Voci Bianche

    Nato nell'autunno del 2001 per volontà del Maestro Gandolfi, è attualmente composto da circa 80 ragazzi di età compresa tra gli 8 e i 18 anni. Il Coro è guidato dal 2008 da Maria Teresa Tramontin.

    Organico

     
  • “laVerdi per tutti

    Formata da circa 100 elementi, un'orchestra aperta a ogni appassionato che, pur avendo studiato uno strumento, non ha poi fatto della musica una professione. “laVerdi per tutti” costituisce il primo esempio italiano di orchestra amatoriale stabile e regolarmente attiva.​​​​​​​

    Organico

     
  • Orchestra Sinfonica Junior (OSJ)

    Dopo la nascita dell’Orchestra Sinfonica Amatoriale, nella Fondazione nasce l’idea di creare, con la stessa visione, con gli stessi obiettivi e sulla base degli stessi presupposti, un’Orchestra Sinfonica giovanile. Così, nell’autunno 2007 nasce la OSJ , che debutta in Auditorium il 7 giugno 2008 diretta da Pilar Bravo.

    Organico

    ​​​​​​​
  • laBarocca

    Nata nel 2008, ideata e diretta a Ruben Jais, esperto del repertorio Sei-Settecentesco, è un ensemble di musicisti specializzati, esterni alla formazione sinfonica (tranne Gianfranco Ricci, uno dei primi violini dell’Orchestra) e di coristi (16 elementi, 4 per parte) diretti da Gianluca Capuano. Punto di forza del complesso barocco che intende affrontare le opere in termini filologici, con strumenti originali o copie di epoca barocca è quello di essere tutto giovane, tutto italiano e molto motivato.